Self Marketing e LinkedIn: Le slide del corso a Pistoia

Come tutte le cose belle, inizia con un aperitivo …

Il 5-6-7 Novembre ho partecipato, come uditore e relatore, al Webagel di Pistoia con Riccardo Tronci, Paolo Verdiani, Giulia Bezzi, Martina De Nardi e Claudio Gagliardini. Di cosa ho parlato? Ovviamente di LinkedIn! Ecco le slide dell’evento per i più frettolosi. Chi volesse gustarsi nel dettaglio un po’ della lezione in differita, continui a leggere. Ringrazio Martina per il live tweeting!

Cosa ne pensi di LinkedIn? È la prima domanda che faccio – ed ecco la prima risposta che ottengo! Scaldiamo il pubblico facendolo intervenire in diretta – non pensate di venire a un mio corso e starvene seduti ad ascoltare, signorine e signorini!

La seconda obiezione a LinkedIn è di sicuro quella della privacy, argomento sulla quale il social è molto attento.

“Ma ci devo mettere la faccia”? Direi di sì: se vuoi avere risultati su LinkedIn devi avere la tua foto, il tuo nome e cognome!

Questo perché su LinkedIn il business sta nel trovare ed entrare in contatto con le persone giuste. Ma non sparando messaggi a raffica e vendendo come un venditore di auto usare. Prendendosi il proprio tempo per parlare veramente con le persone.

Sì ma quali sono gli obiettivi che uno può porsi su LinkedIn? Presto detto.

Come in molte cose, si parte dagli obiettivi per avere successo: se non sai dove andare, come fai ad arrivarci? Un po’ come Alice nel Paese delle Meraviglie.

Solo avendo un obiettivo puoi smetterla di usare LinkedIn ad cazzum e fare invece quello che conta: creare relazioni significative con le persone che ti interessano.

Certo, se ti presenti con un profilo schifido, il tuo target potrebbe non filartisi di pezza!

Innanzitutto devi smetterla di pensare a te stesso, smetterla di pensare che a qualcuno freghi qualcosa quel che hai da dire. L’unica comunicazione efficace è quella che sta a metà via tra quello che ti interessa comunicare e quello che al tuo target interessa ascoltare. Nel dubbio, scegli sempre di privilegiare la seconda.

Se nel Titolo hai 120 caratteri – pochi ma neanche tanto – nel Riepilogo ne hai 2000. Non serve che li usi tutti: sii sintentico ed efficace, cioè spiega in breve, subito e chiaramente qual è il tuo valore aggiunto rispetto al tuo target.

Avere un buon profilo è importante. È più importante ancora fare 4Cose:

Mi trovi su:

Luca Bozzato

Aiuto professionisti e imprese a trovare nuove opportunità di lavoro e di business grazie a LinkedIn. Filosofo per formazione, mi piace affrontare la vita con senso pratico e spirito critico. Sono un patito di “The Matrix” che ho visto, ad oggi, 239 volte in VHS.
Mi trovi su:
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google+
  • Facebook
  • Buffer
Il tuo profilo LinkedIn è la base di tutto
Senza un buon profilo, le tue attività su LinkedIn perdono di significato. Andresti a vendere con la camicia strappata e le scarpe bucate?

Google+ Comments

Entra anche tu nella cricca!
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google+
  • Facebook
  • Buffer

Entra anche tu nella cricca!

Già più di 500 persone sono aggiornate sulle ultime novità di LinkedIn, sugli appuntamenti in diretta, sugli eventi offline, i corsi e le altre iniziative che sono sempre in cantiere. E tu che fai, ti unisci a noi? :)

Yay! Benvenuto a bordo! :)

Pubblicato in blog, Ottimizzare il profilo Linkedin, RISORSE GRATUITE, Trovare clienti con LinkedIn, Usare LinkedIn

Media Partner 2015

http://www.socialminds.it/iii-ed/agenda-isbf-iii-ed/

Il tuo profilo linkedin È tutto
Andresti dal cliente con la camicia strappata e le scarpe rotte? Cura il tuo profilo LinkedIn e aumenta la tua rete di potenziali clienti!
Shares
Share This