LinkedIn e l’onanismo commerciale

Se vuoi vendere su Linkedin, assicurati che il tuo potenziale cliente sia d’accordo.

LinkedIn e l'onanismo commerciale | Selfmarketing.it | Luca Bozzato
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google+
  • Facebook
  • Buffer

Qualche tempo fa ho ricevuto il seguente messaggio da un mio contatto:

Ciao,
ho il piacere di presentarti il [prodotto] gratutito ed on-line al link: [link].
Il corso definisce e mostra le connessioni tra due aspetti, la motivazione e le strategie per il successo personale, strettamente interconnessi tra loro nel tracciare il tuo percorso di evoluzione. Attraverso alcuni esercizi ti propongo, infine, d’iniziare da subito a realizzare i tuoi obiettivi aumentando i livelli di soddisfazione e benessere.
Buon progetto di vita!
[Firma]

Ho risposto:

Ciao [Nome]!
Perché hai il piacere di presentarmelo?
E se io non avessi il piacere?
Luca

Il tuo – solo tuo – piacere non mi interessa.

Il messaggio qui sopra è un esempio perfetto di spam, posta che non desidero ricevere. (Ho già un indirizzo email per quello.)

I problemi del messaggio sono molti: il copy debole, errori grossolani a livello sintattico e grammaticale che ne compromettono l’efficacia, il momento sbagliato, il prodotto non in linea.

Ma soprattutto: chi ti ha dato il permesso di vendermi un corso senza nemmeno chiamarmi per nome? Quand’è che ti sei sincerato che gli obiettivi del prodotto che vendi sono anche i miei obiettivi?

Se il piacere è soltanto tuo, nel migliore dei casi soffri di onanismo commerciale. (Che si sa: rende ciechi.)

Errare humanum est

Anche se LinkedIn scoraggia – addirittura con limitazioni tecniche – gli approcci tipo spam, c’è sempre qualcuno che cerca di fare il furbo.

Ho peccato a mia volta, a suo tempo.

E quando l’ho fatto, ho peccato per fretta e ignoranza. Il potere di avere così tanti contatti a portata di mano mi ha inebriato e l’ho usato, non ho capito né rispettato il senso di LinkedIn.

E il senso di LinkedIn è questo: è un gioco di relazioni, che si gioca nel medio-lungo termine. Che si pianta, si pota, si inaffia e si coltiva come fa un sapiente agricoltore. Che si tronca e si recide se non dà frutto, che si nutre e si irrobustisce con la cura quotidiana.

È che spesso gli essere umani hanno fretta, esigenze, bisogni, pressioni. Viviamo l’emergenza e ci manca la serenità della pianificazione, non abbiamo mai tempo. O semplicemente conosciamo poco le sfumature della piattaforma e la usiamo in modo grossolano. Parlo a voi, che avete solo bisogno di un po’ di pazienza e di formazione.

Per gli altri ho solo due parole: perseverare diabolicum.

Come ti dovresti approcciare invece

Prima di sparare una richiesta di contatto, pensaci. Prima di sparare un messaggio a freddo, studia.

Studia il background del tuo target: chi è? cosa fa? dove lavora? che ruolo ha? dove ha studiato? quali sono i suoi hobby e passioni? che cause sostiene?

Studia il suo network: con chi è connesso? avete contatti in comune? ci sono già dei tuoi competitor nella sua rete? c’è qualcuno che potrebbe darti un’introduzione o sponsorizzare il tuo prodotto? c’è qualcuno che risponderebbe a qualche domanda che hai sul tuo potenziale cliente?

Studia la sua attività: seguilo, monitora le sue attività recenti, salvalo come lead se hai Sales Navigator, scopri chi lo menziona nelle discussioni, scopri chi lui menziona nelle sue discussioni, interagisci (consiglia, commenta, condividi) con ciò che scrive …

Studia il momento giusto in cui contratto, studia il valore dell’offerta che proponi e se può essere interessante per i suoi obiettivi in base alle informazioni che hai raccolto dall’analisi.

E poi fagli un’offerta che non potrà rifiutare.
Chiamandolo veramente per nome.

Mi trovi su:

Luca Bozzato

Aiuto professionisti e imprese a trovare nuove opportunità di lavoro e di business grazie a LinkedIn. Filosofo per formazione, mi piace affrontare la vita con senso pratico e spirito critico. Sono un patito di “The Matrix” che ho visto, ad oggi, 239 volte in VHS.
Mi trovi su:
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google+
  • Facebook
  • Buffer
Il tuo profilo LinkedIn è la base di tutto
Senza un buon profilo, le tue attività su LinkedIn perdono di significato. Andresti a vendere con la camicia strappata e le scarpe bucate?

Google+ Comments

Entra anche tu nella cricca!
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google+
  • Facebook
  • Buffer

Entra anche tu nella cricca!

Già più di 500 persone sono aggiornate sulle ultime novità di LinkedIn, sugli appuntamenti in diretta, sugli eventi offline, i corsi e le altre iniziative che sono sempre in cantiere. E tu che fai, ti unisci a noi? :)

Yay! Benvenuto a bordo! :)

Pubblicato in blog, Trovare clienti con LinkedIn

Media Partner 2015

http://www.socialminds.it/iii-ed/agenda-isbf-iii-ed/

Il tuo profilo linkedin È tutto
Andresti dal cliente con la camicia strappata e le scarpe rotte? Cura il tuo profilo LinkedIn e aumenta la tua rete di potenziali clienti!
Shares
Share This